TORNANO LE AZALEE IN PIAZZA DI SPAGNA

Leave a comment Standard

Sono raddoppiati quest’anno gli esemplari delle pregiate azalee sulla famosa scalinata di Trinità dei Monti. Circa trecento ericacee, del genere Rhododendrum Indicum di colore sia lilla che bianco, sono tornate ad arricchire Piazza di Spagna.

Le parole della Sindaca Raggi

Uno spettacolo straordinario, da non perdere, da immortalare, nel cuore di Roma, tra la storia millenaria e un trionfo di profumi e colori.

Le dichiarazioni di Pinuccia Montanari

Negli anni, le azalee capitoline hanno partecipato alle più importanti esposizioni europee, ottenendo numerosi riconoscimenti internazionali. Sono coltivate e curate durante tutto l’anno presso l’area del parco storico di San Sisto alle pendici del Celio dal personale del Servizio Giardini del Dipartimento Tutela Ambientale di Roma

piazza_di_spagna_-_scalinata_in_fioreazaleeroma-1200x712azalee_620img_0838

Annunci

A ROMA LE MOSTRE DEL 2018

Leave a comment Standard

MOSTRE A ROMA

Liu Bolin > 2 marzo – 1 luglio 2018 > Complesso del Vittoriano – Ala Brasini, Roma.

L’uomo invisibile” Liu Bolin (Shandong, 1973), artista cinese di fama internazionale che ha fatto del camouflage un tratto distintivo, arriva al Vittoriano di Roma con un’ampia antologica dei suoi scatti di performance ambientate in tutto il mondo.
In mostra anche una serie inedita di opere realizzate tra il Colosseo e la Reggia di Caserta.

Dal 2 marzo al 1 luglio 2018, saranno esposte oltre settanta fotografie del celebre artista, che in dieci anni di collaborazione con la galleria italiana Boxart, ha scelto come scenario privilegiato alcuni luoghi tra i più significativi del Belpaese. Tra gli sfondi delle sue performance, che coniugano pittura, fotografia e arti plastiche, due templi della lirica come il Teatro alla Scala di Milano e l’Arena di Verona, nonché capolavori dell’arte quali la statua di Paolina Bonaparte Borghese di Antonio Canova, gli affreschi di Pompei, la magia di Venezia.
Rimanendo immobile come una scultura vivente, fino a fondersi con il contesto alle sue spalle grazie ad un accurato body-painting, Liu Bolin testimonia in silenzio ciò che accade nel suo presente, in un tempo sospeso tra il peso della storia e le conseguenze del progresso.
Identità individuale e collettiva, ambiente, flussi migratori, capacità umane, sono alcuni dei temi universali trattati dall’artista, oramai popolare grazie alle recenti collaborazioni con marchi quali Moncler, Tod’s e Ferrari.

I grandi maestri del Novecento in Cina > 31 luglio – 15 settembre 2018 > Complesso del Vittoriano – Ala Brasini, Roma

Il 31 luglio 2018 il Complesso del Vittoriano di Roma ospita i capolavori dei grandi maestri cinesi del ‘900 con una mostra che racconta l’evoluzione della pittura moderna cinese attraverso i capolavori dei più importanti maestri di questo paese.
Un viaggio nella modernità, nell’arte di coloro che hanno attuato  la rivoluzione della pittura tradizionale spingendosi verso la cultura e il mondo occidentale.

Egizi Etruschi Da Eugene Berman allo Scarabeo Dorato > Dal 21 dicembre 2017 – 30 giugno 2018

Un dialogo tra due grandi popoli del Mediterraneo in una mostra che inaugura il nuovo spazio per esposizioni temporanee della Centrale Montemartini.

L’incontro e il confronto tra due grandi civiltà del Mediterraneo è al centro dell’affascinante mostra Egizi Etruschi. Da Eugene Berman allo Scarabeo dorato che segna l’esordio, il prossimo 21 dicembre, del nuovo spazio di 250 mq dedicato alle esposizioni temporanee nella Centrale Montemartini. L’inaugurazione celebra il ventennale della fondazione del museo, che proprio nel 1997 aprì al pubblico con una grande mostra di opere delle collezioni capitoline.

La mostra offre l’opportunità di vedere a confronto due importanti culture, affacciate sulle sponde del Mediterraneo, la cultura egizia e quella etrusca, traendo spunto dai preziosi oggetti egizi, databili tra l’VIII e il III secolo a.C., rinvenuti nelle recentissime campagne di scavo a Vulci, importante città dell’Etruria meridionale. Questi documenti raccontano degli scambi commerciali ma, soprattutto, del dialogo culturale tra queste civiltà che condivisero ideali di regalità, simboli di potere e pratiche religiose.

TRAIANO Costruire l’Impero, creare l’Europa > fino al 16 settembre 2018

In occasione della ricorrenza dei 1900 anni dalla sua morte, Roma gli renderà maggio nella mostra “Traiano. Costruire l’Impero, creare l’Europa”, che sarà ospitata ai Mercati di TraianoMuseo dei Fori Imperiali dal 29 novembre 2017 al 16 settembre 2018.

L’esposizione sarà caratterizzata dal racconto della vita ‘eccezionale’ di Traiano che, primo imperatore adottivo e non romano ma ispanico, si impose al mondo allora conosciuto non solo come grande condottiero ma, soprattutto, “costruttore a 360°”:dalle infrastrutture al programma di welfare, agli incentivi economici e alle opere architettoniche. Non mancherà un focus sulla figura e sugli spazi privati di Traiano, con uno sguardo al ruolo speciale delle donne di casa imperiale.

La narrazione, coinvolgente e immersiva, si snoderà attraverso una ricca selezione di reperti archeologici provenienti da musei della Sovrintendenza Capitolina, da musei e spazi archeologici italiani e stranieri – tra cui statue, ritratti, decorazioni architettoniche, calchi della Colonna Traiana, monete – e installazioni multimediali e interattive, come modelli in scala, rielaborazioni tridimensionali e filmati.

Una sfida a immergersi e rivivere la grande Storia dell’Impero e nelle storie dei tanti che l’hanno resa possibile.

Klimt Experience – La Mostra > dal 1 febbraio 2018

La vita, le figure e i paesaggi di Klimt sono i protagonisti assoluti di questa rappresentazione multimediale immersiva, dedicata al padre fondatore della Secessione Viennese. Opere come Il Bacio, l’Albero della vita, oppure Giuditta, sono entrate a far parte della cultura popolare, eppure Klimt resta un artista da scoprire e da raccontare.
Klimt Experience, propone al visitatore emozioni uniche, un’immersione totale in un mondo simbolico, enigmatico e sensuale, dove si concretizza il trionfo di un’arte senza tempo e confini.
Straordinaria la forza evocativa della colonna sonora diffusa da un impianto Dolby Surround di ultima generazione; eccezionale l’impatto visivo delle 700 immagini della mostra e delle ricostruzioni 3D della Vienna dei primi del ‘900. Tutte le immagini sono riprodotte, con definizione maggiore del Full Hd dai proiettori laser del sistema Matrix X-Dimension.
L’area didattica introduttiva è allestita con supporti scenografici fisici e postazioni per un’esperienza immersiva di realtà virtuale dentro ai più famosi capolavori di Klimt.

Canaletto a Palazzo Braschi > dal 8 marzo 2018 al 26 maggio 2018 

Giovanni Antonio Canal, meglio conosciuto come il Canaletto, è stato un pittore e incisore italiano, noto soprattutto come vedutista. I suoi quadri, oltre a unire nella rappresentazione topografica architettura e natura, risultavano dall’attenta resa atmosferica, dalla scelta di precise condizioni di luce per ogni particolare momento della giornata e da un’indagine condotta con criteri di scientifica oggettività, in concomitanza col maggiore momento di diffusione delle idee razionalistiche dell’Illuminismo. Insistendo sul valore matematico della prospettiva, l’artista, per dipingere le sue opere si avvaleva talvolta della camera ottica.

A CAPODANNO ARRIVA LA GRANDE FESTA DI ROMA

Leave a comment Standard

Festa-di-Roma-ok-e1513252025806

In occasione dei festeggiamenti per il nuovo anno Roma inaugura questa seconda edizione di “LA FESTA DI ROMA” che inizierà dalle ore 21:00 di domenica 31 dicembre fino alle ore 21:00 del 1 gennaio 2018 esattamente 24 ore di festa!

L’area interessata sarà principalmente il centro ma quest’anno raddoppia con 154 mila quadri per un evento indimenticabile. Si partirà da Piazza dell’Emporio passando per il lungotevere Aventino e il Giardino degli Aranci per poi proseguire su Ponte Garibaldi con tantissima musica, arte, danza, spettacoli, performances di strada per offrire ai cittadini un’esperienza unica di divertimento e gioia per grandi e piccoli.

L’evento centrale sarà al Circo Massimo ed inaugurerà la grande Festa di Roma con i protagonisti della compagnia catalana LA FURA DELS BAUS che per l’occasione darà vita ad una esibizione multidisciplinare, una marionetta semovente mitologica con oltre 120 protagonisti coinvolti fra attori, danzatori e figuranti, tra i quali 90 saranno giovani performers volontari romani.

La grande festa della durata di 24 ore sarà suddivisa principalmente in 4 blocchi:

  • ROMA ILLUMINA L’INFINITO dalle 21:00 alle 3:00;
  • ASPETTANDO L’ALBA dalle 3:00 alle 8:00;
  • IL CAPODANNO DEI BAMBINI dalle 10:00 alle 16:00;
  • UN GRANDE PALCOSCENICO A CIELO APERTO dalle 15:00 alle 21:00;

Inoltre, tornerà successivamente a questo straordinario evento dopo 13 anni in modo permanente le LUCI DEL PALATINO E DELL’AREA ARCHEOLOGICA CHE SI AFFACCIA SUL CIRCO MASSIMO. La nuova illuminazione di tutti gli edifici archeologici dell’area del Palatino e del Circo Massimo, in particolare di Domus Severiana,  Stadium, Domus Augustana, Domus Augusteana, Domus Flavia e Pedagogium, sarà permanente e dotata di led di ultima generazione, e permetterà a cittadini e turisti di godere anche di notte della bellezza di un’area di rilevanza archeologica mondiale.

Per maggiori info visitate il sito ufficiale: http://www.lafestadiroma.it

 

UN SECONDO COLOSSEO SUL MARE ESISTE VERAMENTE ECCO DOVE!

Leave a comment Standard

Sapevate dell’esistenza di un secondo Colosseo? È l’anfiteatro di Pola e si trova in Croazia, la somiglianza con il Colosseo romano è davvero impressionante se non fosse per i dettagli architettonici ma soprattutto per essere situato sulla costa e quindi vicinissimo al mare!

Venne costruito tra il 2 a.C. ed il 14 d.C. sotto l’imperatore Augusto, prelevando il materiale dalle note cave di pietra situate alla periferia della città ed ancora oggi esistenti. In seguito, l’imperatore Vespasiano, che aveva commissionato il Colosseo a Roma, lo fece ampliare.

Come il Colosseo, veniva utilizzato prevalentemente per combattimenti di gladiatori o per naumachie. Si presume che sia rimasto intatto, seppure in uno stato di sempre maggiore trascuratezza ed abbandono, fino al XV secolo. In seguito sarebbe stato saltuariamente utilizzato come cava di pietra per alcune costruzioni della Repubblica di Venezia, oltreché degli abitanti locali.

Salì infatti all’onore delle cronache nel 1583 quando al Senato veneziano, versando Pola in uno stato di sempre maggior decadenza e desolazione, si propose di smontare l’Arena pezzo per pezzo e di ricostruirla a Venezia. A sventare tal proposito fu soprattutto l’azione del senatore veneziano Gabriele Emo e per questo suo impegno, nell’anno successivo la città di Pola pose su una torre dell’Arena, lato mare, una lapide a perenne memoria e gratitudine.

Viene utilizzato tutt’oggi, similmente all’Arena di Verona: è un ambito centro di teatro e musica e nel 1993 ha ospitato il festival di Pola e gli Histria festivals. Ogni estate è il palco privilegiato del Pola Film Festival. Personaggi di fama mondiale si sono esibiti in questa arena. Attualmente, è in grado di ospitare cinquemila spettatori.

Anfiteatro_Pola_Croazia_vista_aerea_111937631pola-193r720

23423651_1558461714250670_2037764636_o23432868_1558461687584006_1246348811_o23469017_1558461570917351_1835279684_o23432245_1558461517584023_1981025672_o23432171_1558461187584056_1230704778_o23483113_1558461020917406_2043649574_o23469324_1558461017584073_1835598601_o

LA GALLERIA BORGHESE CELEBRA L’ARTE DI GIAN LORENZO BERNINI

Leave a comment Standard

In occasione del ventesimo anniversario della riapertura della Galleria Borghese, il celebre museo romano sarà teatro di una grande mostra dedicata a Gian Lorenzo Bernini dall’1 novembre 2017 al 4 febbraio 2018.
L’esposizione si prospetta come un prosieguo del discorso critico avviato nel 1998 nella Galleria Borghese con la mostra “Bernini Scultore: la nascita del barocco in Casa Borghese”.

Non è un caso se si è scelto di realizzare proprio qui la rassegna, poiché la Galleria è il museo che custodisce le più importanti e spettacolari opere in marmo dell’artista.
Filo conduttore della mostra sarà quindi la Galleria Borghese come scena privilegiata delle sculture di Bernini, realizzate per i suoi committenti: il cardinale Scipione prima, papa Urbano VIII Barberini poi.

Sarà dato ampio spazio alle sue sculture in marmo, anche se in mostra una serie di approfondimenti tematici dedicati alla sua pittura, ai putti, alla terracotta , alla realizzazione di un’opera dal disegno faranno conoscere ai visitatori tutti gli aspetti relativi alla produzione del grande artista.

L’esposizione si suddividerà in otto sezioni: l’apprendistato con Pietro, la giovinezza e nascita di un genere, i putti, i gruppi borghesiani, il restauro dell’antico, i busti, la pittura, Bernini e Luigi XIV, il mestiere du scultore, i bozzetti, nonché la meravigliosa Santa Bibiana restaurata in occasione della mostra. Ogni sezione è affidata a specialisti che da molti anni si occupano di particolari aspetti della sua attività artistica, come Andrea Bacchi, Maria Giulia Barberini, Anna Coliva, Anne-Lise Desmas, Luigi Ficacci e Stefano Pierguidi.

La rassegna è curata da Andrea Bacchi e Anna Coliva ed è promossa dalla Galleria Borghese in collaborazione con Intesa Sanpaolo e Fendi.

Per maggiori info: http://galleriaborghese.beniculturali.it/it

Orari: Da martedì a domenica dalle 9 alle 19. Chiuso il lunedì, il 25 dicembre e l’1 gennaio.

Biglietti: Intero 20 euro + 2 euro di prenotazione obbligatoria; ridotto 13,50 euro + 2 euro di prenotazione obbligatoria.

ratto-proserpina-berniniImmagine: Dettaglio del Ratto di Proserpina  (1621-22; marmo, 255 x 109 cm; Roma, Galleria Borghese)

A ROMA LE FONTANE SI TINGONO DI BLU PER L’INCONTRO “ACQUA E CLIMA”

Leave a comment Standard

Sei tra le più belle fontane di Roma – Fontana di Trevi, la Fontana della Dea Roma in Campidoglio, la Fontana del Pantheon, la Fontana dei quattro fiumi di Piazza Navona, la Fontana dei Leoni di piazza del Popolo, le Fontane gemelle di Piazza Farnese – grazie ad Acea si illumineranno in questi giorni di blu fino a mezzanotte. L’iniziativa è stata lanciata per rendere partecipi i cittadini dell’importanza del summit ‘Acqua e clima. I grandi fiumi del mondo si incontrano’ in corso a Roma fino al 25 ottobre. Obiettivo del summit tracciare una strategia per l’acqua, prima vittima dei cambiamenti climatici

22810175_1543698099060365_1489491699_o22810386_1543698095727032_119910340_o22833364_1543698062393702_1221715916_o22833697_1543698069060368_1696382815_o22813008_1543698072393701_1023229405_o22810265_1543698059060369_675858246_o