1° MEET ALLA CENTRALE MONTEMARTINI

Leave a comment Standard

12489304_916784205075620_3567197957151567215_o

Non potevamo non condividere sul nostro blog la bellissima mattina trascorsa con tutti voi alla Centrale Montemartini sulla Via Ostiense. E’ stato meraviglioso conoscervi uno ad uno ma soprattutto aver dato finalmente un volto a chi ci segue ogni giorno : ) !!!

Per il nostro primo incontro ufficiale abbiamo voluto scegliere un polo museale poco conosciuto dal sapore particolare: la CENTRALE MONTEMARTINI è stato un luogo perfetto con la bellissima esposizione di sculture “Le macchine e gli Dei”!

Il polo espositivo dei Musei Capitolini nella ex Centrale termoelettrica Giovanni Montemartini, straordinario esempio di archeologia industriale riconvertito in sede museale, ha avuto inizio nel 1997 con il trasferimento di centinaia di sculture in occasione della ristrutturazione di ampi settori del complesso capitolino, oggi polo museale permanente!

Ecco tutti i bellissimi momenti passati insieme a voi un ringraziamento speciale ad ognuno di voi sperando di rincontrarvi tutti nel nostro prossimo incontro !

12484595_916783408409033_8275663747585324010_o

12484841_916783598409014_3784344727250130081_o

11061342_916783481742359_476721747474288506_o

 

12496049_916615598425814_3176132914836669239_o

Foto di gruppo prima di iniziare la nostra visita

12440481_916783791742328_4758203538461283759_o

“Le macchine e gli Dei”

12469604_916783358409038_4053208932163702745_o

MICRoma la fantastica iniziativa del Comune di Roma

10275486_916783671742340_5346169125491769378_o

Agnese la nostra fantastica guida di Coopculture

12419279_916783438409030_7900041622222631965_o

12419279_916784431742264_7676525133422897336_o

 

Annunci

LE COLLEZIONI DI PALAZZO ALTEMPS

Leave a comment Standard

Cortile di Palazzo Altemps

Siete sicuri di aver visitato tutto a Roma, a noi da tempo mancava uno dei gioielli più importanti della Città, inizia la visita nelle meravigliose sale di Palazzo Altemps entrate con noi…

Il Palazzo si trova nel Campo Marzio a due passi da Piazza Navona. Nella stessa struttura durante i lavori di restauro sono state rinvenute strutture di una Domus romana e i resti di numerose case medievali.

Apollo Kitharoidos, Palazzo Altemps

Il Galata suicida

Nel 1568 dimora romana di un cardinale, poi Palazzo contenente le collezioni più importanti della nobiltà romana tra cui il nucleo della collezione Boncompagni Ludovisi insieme alle collezioni Mattei e Del Drago oltre ad alcune opere della stessa famiglia Altemps!

  

  
Ciò che toglie il fiato girando nelle sale del Palazzo è sicuramente la Loggia Dipinta del piano nobile. Lo spazio aperto definito dalle tre arcate e’ dipinto come un giardino incantato, con piante di diversa fioritura e di vite che cresce su tralicci di legno  disegnati a creare aree architettonicamente prospettiche. Inoltre, tantissime sono le ricchissime decorazioni che interpretano le tematiche del mito e della storia di alcune delle sale principali!

Loggia Dipinta

  
  

LE TERME DI CARACALLA SI ILLUMINANO DI MAGIA!

Leave a comment Standard

Se la bellezza ha un volto, questo è quello di Roberto Bolle & Friends… che hanno illuminato di magia l’ Opera di Roma con una location sorprendente: il complesso delle Terme di Caracalla sorprendentemente illuminato per l’ occasione.

Il tema centrale e’ il “viaggio nella bellezza” un viaggio ideale è artistico attraversando i luoghi più belli del nostro paese. Perché la bellezza arricchisce, a chi la fa e a chi ne usufruisce e in questa sera il suo custode più prezioso l’ ha esaltata nel migliore dei modi, Roberto Bolle un carisma senza confronti sul panorama italiano e internazionale. Calma, magnificenza e portamento regale il gesto e’ nitido e leggero: emana il senso di una forza eroica.

Incipit da antologia con il pas de deux classico di Excelsior (coreografia di Ugo Dall’Ara dopo Luigi Manzotti), storico grande ballo italiano sul progresso della civiltà scelto appositamente per celebrare Expo Milano 2015 e che apre la serata con lo statuario ballerino che solca la scena insieme a Nicoletta Manni, prima ballerina della Scala di Milano per poi avventurarsi nel sensualissimo gioco di seduzione nel pas de deux della Carmen di Petit. Ma tutta la serata riserva una perla dopo l’altra.

Il pubblico ammira e applaude la stella Roberto Bolle che si esibisce nel travolgente e intimo Opus 100 – für Maurice di John Neumeier, in perfetta simbiosi con Alexandre Riabko dall’Hamburg Ballet o in trio nell’incantevole Canon in D Major con i gemelli Jiří Bubeníček (anche coreografo, dal Semperoper Ballet) e Otto Bubeníček (dall’Hamburg Ballet) fino ai travolgenti applausi finali di un incontenibile pubblico.

Una serata che rimarrà nel nostro cuore e in quello di tutti i romani! GRAZIE ancora a tutti coloro che sono promotori di questa “Aeterna bellezza”…

 
  
  

  
  

BIGCITYLIFE: LA RINASCITA DI TORMARANCIA

Leave a comment Standard

Come riqualificare un quartiere ai tempi di oggi ??? Con la STREET ART!!! Questo è quello che è successo nella storica borgata romana di Tor Marancia. Un progetto di risonanza internazionale chiamato BIG CITY LIFE ideato da 999 contemporary: diverse opere murali di artisti internazionali che hanno disegnato bellissimi murales, un progetto ideato allo scopo di rinforzare il tessuto sociale e culturale in una periferia quasi dimenticata … e il risultato è sorprendente!

A Tor Marancia gli occhi sono sempre in su per ammirare i forti contrasti di queste magnifiche opere artistiche e ciò che colpisce è la perfetta integrazione tra la moderna street art e gli abitanti un pò “attempati” del luogo, pronti a sfidarsi a carte sotto uno di questi bellissimi murales.

Tuttavia, Tor Marancia rappresenta solo una parte a Roma del grande progetto di riqualificazione attraverso l’ arte, infatti, molti sono i luoghi visitabili per chi ha una vera e propria passione per i colori e le bombolette spray: scaricando l’ App STREETART ROMA potrete disporre di una mappa di tutti i luoghi della città.

Il progetto BIG CITY LIFE e’ stato ideato da 999 Contemporary, finanziato da Fondazione Roma e dal Campidoglio, patrocinato dal VIII municipio e condiviso con l’ Ater! BIG CITY LIFE Via di Tor Marancia 63 – Roma                                  

RIMANERE A ROMA E TRASFORMARE UN GIORNO IN UNA VACANZA: BENVENUTI IN QC TERME !

Comment 1 Standard
Volete rimanere in città ma godervi una giornata al fresco e in pieno relax…allora quale momento migliore per scoprire il complesso di QC TERMEROMA: un complesso meraviglioso immerso nel verde della campagna romana, una vera esperienza sensoriale dove nulla è lasciato al caso!
QC TERMEROMA è un resort di grande charm, è una S.P.A. all’ interno del parco naturale del Lago di Traiano: un bacino artificiale, opera d’eccezionale importanza storica e naturalistica, fatto costruire dall’ Imperatore romano nel 100/112 d.C.

Ciò che salta subito alla vista è l’ eccezionale cura dei particolari, stanze ricercate che vi faranno sentire davvero speciali, nell’ attesa di intraprendere il percorso nel centro benessere all’ interno di affascinanti sotterranei!
La filosofia della Roma imperiale rivive in QC TERMOROMA, diverse fragranze caratterizzano ogni angolo di questi antichi sotterranei, il rispetto per il silenzio l’ amore per la terra, qui uomo e ambiente si fondono in armonia!
Il complesso inoltre organizza un delizioso aperitivo, ciliegina sulla torta dopo una giornata di bagni e coccole … all’ interno di una cascina del parco…perché nella filosofia di QC TERMEROMA lo spirito deve essere soddisfatto anche dal palato !
Il nostro è un giudizio assolutamente positivo, vi consigliamo vivamente di visitare queste bellissime Terme, un’ottima occasione per staccare dallo stress cittadino considerando anche la vicina distanza da Roma !
La wellness farm di QC Termeroma è aperta tutti i giorni della settimana.
Orari: domenica – giovedì 10-23 | venerdì – sabato 10-24.
La prenotazione è consigliata per i giorni festivi e prefestivi.

IL PICCOLO COLLE NASCOSTO DI ROMA: BENVENUTI A SAN SABA

Leave a comment Standard

E’ da sempre una delle zone meno conosciute di Roma, in molti la chiamano “piccolo Aventino” benvenuti nel Rione di San Saba sede tra l’ altro della redazione di Roma AeternaSituato nel vicino complesso archeologico delle Terme di Caracalla, il rione di San Saba è un vero polmone di verde messo a riparo dal caos della città, perchè sorge su un colle nel pieno centro di Roma e più precisamente tra il Circo Massimo e la Piramide Cestia.

Ciò che lascia davvero sorpresi è la fusione architettonica di questo luogo: Palazzi d’ epoca riccamente affrescati ma anche le tipiche case popolari, previste tra il 1907 e il 1914 dal Blocco Popolare che aveva fatto realizzare sul Piccolo Aventino 10 lotti di edilizia residenziale destinati alla piccola borghesia impiegatizia.

Scorcio tra le abitazioni del Rione San Saba

Scorcio tra le abitazioni del Rione San Saba

DSC_0012

Residenza privata in San Saba

DSC_0013

DSC_0011

La caratteristica edilizia del Rione San Saba

La caratteristica edilizia del Rione San Saba

Lotto di casa popolari stile

Lotto di casa popolari stile “inglese”

Rione San Saba Roma

Il Colle prende questo nome per via della Chiesa dedicata appunto a San Saba, le sue architetture medievali sono state in parte ripristinate durante i restauri del 1900-1901 e del 1943, anche se la facciata originale è tuttora coperta da una disarmonica costruzione con portico settecentesco.

Chiesa di San Saba Roma

Chiesa di San Saba Roma

Roma_chiesa_san_saba

San_Saba_02

Ma il vero cuore di San Saba è la sua Piazza con alberi che fanno ombra alle panchine, fontanelle per la sete dei suoi abitanti, al centro un piccolo monumento ai caduti della grande guerra, il mercato la mattina, la sua scuola elementare. C’è il giornalaio, alcuni negozi di alimentari, un bar, e una volta c’era anche un cinema – si chiamava Rubino – che ora è diventato un piccolo teatro, l’Anfitrione. C’è, insomma, tutto quel che rende autonomo e riconoscibile questo piccolo paese.

Piazza Bernini luogo di incontro nel rione

Piazza Bernini luogo di incontro nel rione

Il Mercato del Rione San Saba

Il Mercato del Rione San Saba

Tipico ristorantino adiacente alla Piazza centrale

Tipico ristorantino adiacente alla Piazza centrale

Teatro Anfitrione a San Saba

Teatro Anfitrione a San Saba

Tutti finiscono per passare dalla piazza almeno una volta al giorno: i ragazzi che fanno la spola tra la scuola e il campo giochi, gli anziani che popolano le panchine, la gente al mercatino, un gruppetto di adulti che verso sera gioca a carte sul cofano di una macchina, e siccome molti degli abitanti di oggi sono i figli e i nipoti di quelli di allora qui tutti si salutano perchè si conoscono perfettamente.

Molto importante nella storia del rione è stato il vincolo del parco archeologico e del complesso delle Terme di Caracalla che hanno contribuito a limitare fortemente la costruzione edilizia di questa parte di Roma. Ed è proprio venendo da uno dei viali principali di San Saba chiamato Viale Giotto che si può ammirare una vista da togliere il fiato: il complesso monumentale delle Terme di Caracalla.

DSC_0009

Il Complesso delle Terme di Caracalla viste da San Saba

Il Complesso delle Terme di Caracalla viste da San Saba

Le Antiche Terme di Caracalla

Le Antiche Terme di Caracalla

L' infinito a simboleggiare l' eternità di Roma

L’ infinito a simboleggiare l’ eternità di Roma

Non rimane altro che passeggiare in questo bellissimo paesino al centro di Roma e godere delle sue bellezze storiche e architettoniche ma soprattutto di assaporare quel gusto popolare che qui ancora sopravvive!

MUSEO PIETRO CANONICA E IL DEPOSITO DELLE SCULTURE

Leave a comment Standard

È nel cuore di Villa Borghese che esiste un piccolo ma preziosissimo museo dedicato a Pietro Canonica uno scultore di fama internazionale ma anche un grande compositore  … e noi abbiamo deciso di visitarlo per voi !

Il Museo Pietro Canonica e’ una casa/museo e ciò che ci ha colpito immediatamente e’ il sapore di fine secolo che ancora si riesce a percepire nelle stanze di questo villino… dove tutti gli ambienti sono rimasti inalterati nel tempo, sembra quasi di essere catapultati in un quadro di fine secolo.

  

Infatti, Pietro Canonica riuscì ad ottenere una concessione dal Comune sull’ uso dell’ edificio che oggi ospita il suo museo in cambio di donare alla sua morte tutte le opere raccolte nella casa.

    

Il luogo rappresenta la giusta connessione tra lo spazio intimo dell’artista e quello professionale. È questa a nostro avviso la caratteristica principale di questo polo museale che vale davvero la pena di essere visitato.  La collezione del museo e’ costituita dalle sue opere come marmi, bronzi è molto altro ma le stesse stanze sono dei veri e propri capolavori grazie all’ arredamento di fine secolo … vera chicca il suo studio privato dove le opere venivano eseguite.

  

Vi diamo ancora un’ altra ragione per visitare questo luogo d’epoca che è rappresentata dal Deposito delle sculture di Villa Borghese.  Dopo i furti subito dal parco tra il 1986 e il 1999, per ragioni di sicurezza le sculture erano state rimosse dalle sedi originarie e sostituite da copie e collocate una parte all’ interno del Museo Pietro Canonica. Infatti, ottanta opere originali ad oggi possono essere ammirate all’ interno della nuova area espositiva.

            

All’ interno del deposito spiccano cinque opere pregevoli: Lo stemma Borghese, la statua di Apollo, il Satiro in riposo, la statua della Filatrice e la statua di Ercole oltre ai quattro mascheroni e i quattro tritoni tardo cinquecenteschi provenienti  dalla Fontana dei Mascheroni e dei Tritoni.

Informazioni Museo della Canonica:

Indirizzo Viale Pietro Canonica (Piazza di Siena) n. 2 – Villa Borghese;

Orario: Dal martedì alla domenica (ottobre – maggio) 10.00 – 16.00 (giugno – settembre) 13.00 – 19.00.

Il Deposito delle sculture e’ visitabile in orario di apertura del museo gratuitamente!